Navigazione
   
 
Mostre
 
Tartarughe beach
Si terrà nei padiglioni della fiera di Cesena il 6/7 settembre. Per informazioni visitate questo sito

Erpisa
Si terrà presso il Centro Agroalimentare a Salerno il 20/21 settembre 2014. Per informazioni visitate questo sito.

Reptilmania
Avrà luogo a Origgio (VA) il 21 settembre 2014. Per maggiori informazioni visitate questo sito.

Verona Reptiles
Attualmente la più grande fiera italiana, si terrà il 5 ottobre 2014 a Cerea (Verona), per maggiori informazioni visitate questo sito.

 
 
Il Genere Stenodactylus
 
Guida fotografica all'identificazione delle specie di Stenodactylus

Da quando mi sono appassionata agli Stenodactylus non ho potuto fare a meno di notare, la gran confusione presente nel web ma anche (purtroppo) nella letteratura ritenuta attendibile; spesso le descrizioni eran corrette ma venivano accostate foto sbagliate e viceversa.
Pian piano ho messo da parte (e non ho certo finito) materiale su questi gechi, confrontando foto e descrizioni, poco tempo fa ho avuto al fortuna di parlare con un biologo che per un certo periodo ha lavorato nelle zone di origine degli Stenodactylus e mi ha chiarito un po' di dubbi, indicandomi anche dove trovare foto veritiere; per cui un grazie speciale al professor 'Adel Al Hassan per le info ed a Drew Gardner per le foto gentilmente concesse! (date un occhio alla sua gallery, meravigliosa: http://www.flickr.com/photos/drewgardner/ )
Spero di rimpolpare questa scheda con più info possibili, ma ci vorrà del tempo, le notizie precise su alcune specie sono proprio striminzite o del tutto assenti.


Stenodactylus affinis 
Stenodactylus arabicus
Stenodactylus doriae
Stenodactylus grandiceps 
Stenodactylus khobarensis 
Stenodactylus leptocosymbotus 
Stenodactylus petrii
Stenodactylus pulcher 
Stenodactylus slevini 
Stenodactylus sthenodactylus
- Stenodactylus sthenodactulus mauritanicus
Stenodactylus yemenensis


S. affinis 

Stenodactylus affinis (Murray, 1884)

Distribuzione: sud-ovest dell'Iran, Sud-Est Iraq centrale
Caratteristiche: 8-10 cm, corporatura robusta, colorazione di fondo scura con spot gialli-ocra, ventre bianco, coda di media lunghezza e longilinea.
Habitat: Terreni sciolti sabbioso-ghiaiosi, dune.
Abile scavatore, passa la giornata rintanato in tunnel come tutti gli altri appartenenti al genere.



S. arabicus



Stenodactylus arabicus
(Haas, 1957)


Distribuzione: Arabia Saudita, Oman e Bahrain
Caratteristiche: 6-8 cm, talvolta 10.
Colorazione rosa carne/salmone con pochissimo pattern, la pelle è molto delicata e sottile, tanto da vederne in trasparenza gli organi, coda piuttosto lunga e longilinea, in taluni esemplari sono presenti bande alternate bianche-marroni; ha zampe palmate! Molto simile a Pachydactylus rangei
Maschi più piccoli e snelli delle femmine, presentano in oltre due vistose sacche degli emipeni bordate da spine morbide.
Raro in cattività per via della sua delicatezza... pare si nutra quasi completamente di termiti e che una volta in cattività rifiuti ogni sorta di insetto da pasto ...
Habitat: distese sabbiose, dune e terreni generalmente soffici, spiagge costiere.

S. arabicus  S. arabicus


S. doriae
 



Stenodactylus doriae (Blanford, 1874)

Distribuzione: deserto del Sinai, Emirati Arabi, Arabia saudita, Jordania, Iran e Iraq
Caratteristiche: in media 11-13 cm
Abbastanza raro in commercio, come si nota molto simile al petrii, con cui spesso viene scambiato, ma manca la banda nera sui fianchi e il pattern dorsale è completamente diverso: ocelli bianchi su sfondo marrone-arancione scuro, muso corto e triangolare, zampe lunghe e sottili, coda lunga e filiforme ma decisamente più in carne rispetto a quella dei petrii.
Nella foto grande si sota la posizione che adottano epr spostarsi, per spaventare il predatore o un rivale invece si drizzano ulteriormente sulle zampe. Nella prima foto piccola invece si vede la posizione a riposo.
Habitat: terreni sciolti, soffici sabbiosi come dune e spiagge costiere.

S. doriae S. doriae 


grandiceps



Stenodactylus grandiceps
(Haas, 1952)

Distribuzione: dal Sud-Est della Turchia fino al Nord dell'Arabia Saudita, Iraq, Syria, Jordania
Caratteristiche: 10-12 cm, da sottospecie di sthenodactylus è stato elevato a specie a se' nel 1993.
Geco massiccio, zampe robuste di colorazione di base abbastanza uniforme in varie gradazioni di marrone, 3-5 bande nere bordate di bianco panna attraversano il dorso. La coda può essere a bande nere o completamente nera. 
La testa , come dice anche il nome, spicca rispetto al resto del corpo per la "grandezza". Geco di carattere, se disturbato emette versi e sibili, spalanca la bocca, alza la coda e si rizza sulle zampe.
Habitat: deserti ghiaiosi-rocciosi, ama nascondersi negli anfratti, ma anche tra le dune è possibile incontrarlo.

grandiceps baby S. grandiceps 


S. khobarensis
 



Stenodactylus khobarensis (Haas, 1957)

Distribuzione: Arabia Saudita, Emirati, Oman e Bahrain
Caratteristiche: 10-12 cm
Caratteristico quanto raro in cattività, questo stupendo stenodactylus ricorda molto le Agamura persica ...
zampe lunghe e sottili, coda sottile, testa triangolare e muso affilato, abile e veloce cacciatore notturno.
Maschi riconoscibili per le sacche degli emipeni e per la taglia leggermente inferiore.
Habitat: distese sabbiose ai piedi di formazioni rocciose, nei quali anfratti (tra roccia e sabbia) trova riparo e cibo.

S. khobarensis khobarensis 


S. leptocosymbotus
 



Stenodactylus leptocosymbotes (Levinton & Anderson, 1967)

Distribuzione: Sud est dello Yemen, Oman ed Emirati
Caratteristiche: 10 cm, corporatura snella testa relativamente grossa, molto simile al petrii.
Colorazione di fondo beige, con reticolature più marcate, coda lunga e sottile, addome bianco.
Habitat: zone sabbiose, in particolare sulle dune costiere in cui scava lunghe gallerie (la sabbia dello strato profondo è più umida)
maschi e femmine son quasi del tutto simili, si distinguno dal fatto che i maschi possiedono due evidenti sacche alla base della coda contenenti gli emipeni (ben visibili anche guardando il geco dall'alto).



S. petrii
 



Stenodactylus petrii (Anderson, 1998)

Distribuzione: Dall'est dell'Algeria fino ad Israele
Caratteristiche: 10 -12 cm.
Testa triangolare, colorazione dorsale beige-gialla o rosa con spot di vari colori,inconfondibile banda laterale nera (seconda foto) e coda lunga filiforme sempre più sottile man mano che si va verso la punta; ventre bianco brillante.
I maschi hanno grosse sacche degli emipeni, bordate, ai lati delle coda da una serie di "spine" carnose, le femmine sono notevolmente più grosse e massicce dei maschi.
Anche i petrii tendono a camminare con le zampe belle tese, sedendosi o sdraiandosi per riposare di tanto in tanto.
Spessissimo venduto come S.s., anche se la differenza è enorme, e classificato spesso anche nella bibliografia come S.doriae a cui fisicamente assomiglia un poco ...
Habitat: S. petrii è un abitante di zone molto sabbiose con poche rocce, lo si rinviene spesso nei pressi di dune.

S. petrii  S petrii


S. pulcher 



Stenodactylus pulcher (Anderson, 1996)

Distribuzione: Arabia saudita, Yemen, in particolare Hadramaut
Caratteristiche: 8 cm, si sa poco su questo gechetto ....
Habitat: distese sabbiose

P.S. non do la certezza del 100% sul fatto che quello in foto sia un pulcher, ma stiamo verificando :)



S. slevini
 



Stenodactylus slevini (Haas, 1957)

Distribuzione: Arabia Saudita, Yemen, Bahrein, Sud Iraq, Kuwait, parte ovest Emirati
Caratteristiche: 8 cm circa, geco con testa massiccia, colorazione di fondo scura con bande che vanno dall'arancione al marrone.
molto simile a S. sthenodactylus ma riconoscibile, oltre che dalla conformazione della testa, molto semplicemente per la coda che va via via assottigliandosi all'estremità; quest'ultima presenta in oltre bande alternate e ben marcate fin subito dall'attaccatura della coda mentre in S. sthenodactylus partono da circa metà coda.
Habitat: zone sabbiose più o meno compatte, ma si adatta a diversi ambienti.

S. slevini S. slevini 


S. sthenodactylus
 



Stenodactylus sthenodactylus (Lichtenstein, 1823)

Distribuzione: quasi tutto il Nord Africa, oves del Morocco, Syria e Arabia Saudita, Mauritania, Nord del Kenya e Mali.
Caratteristiche: 8-10 cm
S. sthenodactylus è generalmente di un colore rosa salmone con bande e spot sul dorso più o meno marcate. Di colore molto variabile, riconoscibile da altre sp. affini per le bande alternate della coda, che iniziano ad esser ben visibili solo a metà della coda.
Le femmine tendono ad essere più grandi, i maschi sono facilmente distinguibili sempre per via delle sacche degli emipeni ai lati della coda.
Ci son due forme, per quanto riguarda la morfologia del muso, ma la cosa è ancora un po' confusa ...
- muso convesso con narici poco pronunciate
- muso all'insù con narici ben definite (3° foto)
Habitat: zone sassose-sabbiose.

S. sthenodactylus S. sthenodactylus 


S.s. mauritanicus
 



Stenodactylus sthenodactylus mauritanicus

Distribuzione:
Marocco, Algeria, Libia, Egitto
Caratteristiche: classificazione incerta ancora: chi lo vorrebbe come specie a se a causa della forma convessa del muso, della struttura fisica e del pattern sempre omogeneo, chi lo vorrebbe come sottospecie di S.s. a causa della somiglianza ...
Habitat: vive in terreni misti, ghiaiosi-sabbiosi e ciottolosi 

S.s. mauritanicus S.s. mauritanicus 


 
---------



Stenodactylus yemenensis (Arnold, 1980)

Distribuzione: Arabia saudita, Yemen
Caratteristiche: -
Habitat: -

- sono ancora in cerca di una foto attendibile -




Photos and infos
thanks to:

http://www.cyberlizard.plus.com/geckos_stenodact.html
Drew Gardner:
- http://www.flickr.com/photos/drewgardner/
Bayram Gocmen:
- http://www.treknature.com/gallery/photo173486.htm
- http://www.treknature.com/gallery/photo173717.htm
-
http://www.treknature.com/gallery/photo147006.htm
Eyal Bartov:
- http://www.treknature.com/gallery/photo2865.htm
Rei Segali:
- http://www.photolight.co.il/show_photo/115679.html



Lalla


Scritto il 2008-08-07 16:06:41